Perché è importante parlare di Supply Chain Finance in Italia

La Supply Chain Finance è – come spiega l’osservatorio sulla Supply Chain Finance( SCF) del Politecnico di Milano – l’insieme delle soluzioni che consentono a un’impresa di finanziare il proprio capitale circolante facendo leva sul ruolo che ricopre all’interno della Suppy Chain in cui opera e sulle relazioni con altri operatori della filiera. Se si considera che alcuni elementi strutturali dell ‘economia italiana, sono ancora la lentezza dei pagamenti dei clienti e il dimensionamento ridotto delle sue imprese, non stupisce come, nonostante sul mercato ci sia una buona liquidita’, frutto anche delle politiche di espansione monetaria della Bce, questa fatichi ad arrivare alle imprese. Vien logico quindi pensare che se vi e’ liquidita’, e questa non arriva a chi ne necessita, il problema potrebbe essere nel veicolo, ovvero in quegli strumenti di finanza tradizionale che continuano ad essere costosi, burocratici, rischiosi e che spesso non riescono a leggere il business dell’impresa rifiutandole il supporto per incomprensione. Sono dunque necessarie soluzioni alternative e innovative  di accesso al credito adeguate alla realtà dell’impresa italiana,  come ad esempio quelle offerte dal  Supply Chain Finance (SCF) che analizzando e sfruttando i rapporti di filiera, risponde a quest’esigenza con  soluzioni concrete in grado di offrire maggiori garanzie alle PMI. Oltre ai modelli tradizionali come l’anticipo fattura e il factoring, possiamo considerare  oggi  forme innovative di SCF come il Reverse Factoring evoluto e il Dynamic discounting . Grazie allo sviluppo e all’adozione del digitale queste forme innovative, diventano strumenti di Fintech, ovvero FINanza TECnologica, intesa come tecnologia al servizio delle imprese per rendere la finanza, più veloce, semplice e spesso economica, insomma più fruibile. Fintech e Supply Chain Finance   sono sempre più utilizzate all’estero, e non è azzardato pensare che nei prossimi anni giocheranno un ruolo preponderante anche in Italia. A tal proposito vale la pena sottolineare che l’Osservatorio SCF del Politecnico di Milano è impegnato da oltre 4 anni nella ricerca e divulgazione del tema, e lo scorso 6 giugno sono iniziate le attività per l’anno 2017/2018.