Home » Blog » Dynamic Discounting: quali i vantaggi per le PMI?

Dynamic Discounting: quali i vantaggi per le PMI?

Oggi esiste una forma di finanziamento all’avanguardia dedicata alle PMI: il dynamic discouting.

Di che cosa si tratta? è un sistema che segue una logica semplice ma rivoluzionaria che consente alle imprese di gestire dinamicamente il proprio ciclo di fatturazione attivo.

I punti di forza?

Liquidità in tempi brevi a tassi estremamente vantaggiosi, totale assenza di cessione del credito e libertà dalla burocrazia amministrativa: tutto questo per rafforzare e supportare al meglio le relazioni commerciali che regolano le filiere.

Ma come funziona?

Di solito è una società cliente a decidere di implementare il servizio di dynamic discounting allo scopo di investire la propria liquidità nella filiera, offrendo la possibilità ai propri fornitori – di cui il 75% sono PMI su base statistica nazionale – di richiedere pagamenti anticipati delle fatture. L’azienda anticipa quindi il pagamento senza il coinvolgimento di intermediari finanziari terzi.

Questo tipo di servizio si concretizza con l’adozione di piattaforme, come Findynamic per esempio, che, integrate con i sistemi di tesoreria dell’impresa cliente, forniscono un’interfaccia semplice e scalabile a tutti i fornitori.

In particolare, il servizio Findynamic è caratterizzato dall’assenza di costi fissi per il fornitore che così può beneficiare di un accesso alla liquidità in tempi brevi modificando attraverso la piattaforma la data di scadenza delle proprie fatture.

Operatività e burocrazia ridotte al minimo quindi, con l’opportunità di usufruire di un processo snello e veloce, sintetizzabile in 4 semplici step: accesso alla piattaforma, selezione delle fatture, selezione della data di pagamento e infine invio della richiesta di anticipo.

L’unico costo per il fornitore consiste nel tasso di sconto applicato ai giorni di anticipo richiesti, ma la flessibilità nella scelta delle date e i tassi, applicati dal cliente ed estremamente vantaggiosi rispetto a quelli offerti dai canali tradizionali, fanno del servizio il migliore del mercato.

Il dynamic discounting così diventa per le PMI l’alternativa ideale al factoring e ai classici servizi bancari di anticipo, soprattutto se si considera la totale assenza di cessione del credito.

Le piccole e medie imprese in questo modo godono della completa flessibilità nella trasformazione dei crediti commerciali in pronto cassa, migliorando, senza la cessione del credito, il proprio rating aziendale ed evitando segnalazioni alla centrale rischi. Nello stesso tempo possono godere di un maggiore respiro nelle fasi più critiche, come quelle di chiusura del bilancio. In quest’ottica il dynamic discounting diventa uno strumento strategico di previsione dei flussi di cassa.

Tra tutte le alternative in campo, optare per il dynamic discounting diventa una scelta quasi obbligata perché mette al primo posto la filiera, dotando le PMI di totale libertà, senza vincoli di volumi o costi aggiuntivi.

Sempre più aziende stanno adottando questo strumento, garantendo ai propri fornitori una soluzione efficiente e gratuita. Il processo di trasformazione del tessuto industriale italiano è in già atto con una previsione di un coinvolgimento dell’intero mercato nei prossimi 5 anni.

La riduzione dei costi e l’apertura a nuovi servizi dinamici e affidabili come il dynamic discounting saranno i driver del vantaggio competitivo delle PMI di domani.

La liquidità immediata ottenuta in modo semplice e veloce fa, e farà, la differenza.